Menu Chiudi

STATUTO

Ecomuseo Martesana APS

ART. 1 – (Denominazione e sede) 

1. E’ costituita, dal 6 maggio 2016, nel rispetto del Codice Civile, della Legge regionale 1/2008 e della Legge regionale 25/2016 art. 19, l’Associazione denominata ECOMUSEO MARTESANA APS (in seguito Ecomuseo Martesana) con sede istituzionale e legale presso Villa Daccò, via Badia, 44 -20060 Gessate (Mi), Tel. 02.39439854 email info@ecomuseum.infiniteofficinedeveloper.it, sito web www.ecomuseomartesana.it 

2. L’Ecomuseo Martesana si avvale di altre sedi operative che individuerà successivamente nelle aree interessate dal progetto ecomuseale. 

3. Il trasferimento della sede legale non comporta modifica statutaria, ma l’obbligo di  comunicazione agli uffici competenti. 

ART. 2 – (Finalità) 

1. Per Ecomuseo Martesana s’intende un’istituzione culturale che assicura, su un determinato  territorio e con la partecipazione della popolazione, le funzioni di ricerca, conservazione,  valorizzazione dell’insieme di beni culturali, rappresentativi di un ambiente e dei modi di vita  che si sono succeduti e ne accompagnano tuttora lo sviluppo.  

2. L’Ecomuseo Martesana è un progetto partecipato di sviluppo delle comunità locali finalizzato  alla tutela del patrimonio storico, culturale ed ambientale del Naviglio della Martesana e delle  sue immediate adiacenze. 

3. Lo scopo dell’Ecomuseo Martesana è quello di promuovere e gestire le attività ecomuseali nel  pieno rispetto dell’autonomia degli enti e degli organismi aderenti. 

4. L’Ecomuseo Martesana vuole essere una possibilità concreta di sperimentazione per progetti  partecipati di sviluppo delle comunità locali partendo dalla tutela e dalla salvaguardia del  patrimonio territoriale nelle sue componenti ambientali, storico-culturali, produttive,  etnografiche. 

5. Ecomuseo Martesana è apartitico, non ha scopo di lucro e si propone di perseguire finalità  civiche, solidaristiche e di utilità sociale, nello specifico: 

o sensibilizzazione e promozione dello sviluppo sostenibile presso comunità locali, istituzioni  culturali, scientifiche e scolastiche, attività economiche, enti ed associazioni locali;  o valorizzazione dei territori e dei loro patrimoni utili alla ricostruzione fedele di ambienti di  vita tradizionali; 

o coinvolgimento e partecipazione attiva della popolazione; 

o produzione di servizi da offrire ai visitatori;

o creazione di occasioni d’impiego rivolte, soprattutto, alle giovani generazioni (“green jobs”); o rafforzamento delle reti di relazioni locali attraverso attività rivolte alla valorizzazione di  buone pratiche inerenti la didattica, la cultura, lo sport, lo svago 

o valorizzazione della memoria storica del territorio nelle sue manifestazioni e testimonianze  materiali e immateriali;  

o valorizzazione delle abitudini di vita e di lavoro, delle tradizioni e ricorrenze civili e religiose,  culturali, ricreative, dell’utilizzo delle risorse naturali, agricole e produttive sostenibili. o valorizzazione delle attività produttive sostenibili agricole, artigianali, industriali e  commerciali su scala locale  

o predisposizione di percorsi turistici e culturali volti a far conoscere il territorio, la  toponomastica, le sue memorie, le sue risorse;  

o promozione d’iniziative ed eventi di richiamo culturale e turistico; 

o promozione e sostegno di attività di ricerca riferite a storia, arte, tradizioni, ambiente; o produzione e diffusione di libri, pubblicazioni, opuscoli, periodici, prodotti multimediali e  simili, a mezzo stampa o altro sistema atto a far conoscere temi e percorsi ecomuseali; o effettuazione di corsi di formazione per gli aderenti all’Ecomuseo Martesana; o studio, rappresentazione e tutela del paesaggio naturale e antropico;  

o coordinamento dell’attività ecomuseale con le strutture presenti sul territorio metropolitano e  regionale in adempimento ad indirizzi di politica culturale fissati dai competenti organi. L’ordinamento interno dell’associazione è ispirato a criteri di democraticità, di uguaglianza dei  diritti e delle pari opportunità di tutti gli associati; ne favorisce la partecipazione sociale senza limiti  a condizioni economiche e senza discriminazioni di qualsiasi natura. 

Art. 3 – (Attività) 

Le attività di interesse generale sono svolte avvalendosi in modo prevalente dell’attività di  volontariato dei propri associati e delle persone aderenti agli enti associati.  

1. Ecomuseo Martesana promuove, in conformità al DLgs 105/18, 

a Art. 5 – f), interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio,  ai sensi del DLgs 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni. 

b Art. 5 – i), l’organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di  interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della  cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al citato  art. 5 – DLgs 105/18. 

c Art. 5 – k), l’organizzazione e la gestione di attività turistiche di interesse sociale,  culturale o religioso. 

2. Ecomuseo Martesana, svolge di conseguenza, le seguenti attività: 

promuove occasioni di confronto tra la popolazione, gli enti istituzionali, le associazioni  culturali e ambientali, gli istituti culturali e di ricerca, le associazioni di volontariato, gli  operatori economici e turistici, le scuole di ogni ordine e grado dell’area, i visitatori.  struttura il proprio patrimonio culturale e paesaggistico, materiale e immateriale per tematiche  principali (dominanti ecomuseali) in relazione alle specificità di Ecomuseo Martesana. traccia e attiva percorsi ecomuseali di conoscenza del territorio.  

dedica particolare attenzione ai temi dell’incontro sociale e del dialogo intergenerazionale. fornisce un programma triennale su obiettivi di tutela e valorizzazione, procedure, metodi e  strategie organizzative e di azione coerentemente con le proprie finalità. 

avvia partenariati con istituzioni scientifiche, università, scuole, musei, parchi, istituti di ricerca  e/o conservazione, associazioni culturali, operatori economici, soggetti sia pubblici sia privati  al fine di dare qualità e sviluppo all’idea stessa di Ecomuseo. 

Art. 4 – (Area ecomuseale) 

1. Ecomuseo Martesana identifica un territorio contraddistinto da caratteristiche paesaggistiche,  ambientali, socio-economiche, storiche e di identità culturali proprie, strettamente attinenti al  Naviglio della Martesana e ai suoi dintorni unendo tutti i comuni della Città metropolitana di  Milano che abbiano una qualche relazione diretta e/o indiretta con il Naviglio della Martesana. 

2. La direttrice principale è costituita dal Naviglio della Martesana ed i comuni potenzialmente  interessati a Ecomuseo Martesana sono tutti quelli che costituiscono la Zona Omogenea “Adda  Martesana” di Città Metropolitana milanese e la città di Milano.  

ART. 5 – (Soci) 

1. Sono ammesse a Ecomuseo Martesana tutte le persone fisiche e giuridiche che ne condividono  gli scopi e accettano il presente statuto e l’eventuale regolamento interno. 

2. Possono essere ammessi come Soci altri enti del Terzo Settore o senza scopo di lucro in misura  non superiore al 50% degli associati. 

3. L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione è il Comitato di Gestione e  Partecipazione. 

4. Il richiedente dovrà specificare nella domanda di ammissione le proprie complete generalità. 5. Non è ammessa la categoria dei soci temporanei.  

6. Il Comitato di Gestione e Partecipazione, se del caso, deve entro 60 giorni provvedere a motivare  l’eventuale delibera di rigetto della domanda di ammissione e a comunicarla agli interessati. 7. L’interessato può entro 60 giorni dalla comunicazione della deliberazione di rigetto, chiedere che  sull’istanza si pronunci il Comitato di Gestione e Partecipazione che delibera sulle domande non  accolte, se non appositamente convocato, in occasione della sua successiva convocazione. 

ART. 6 – (Diritti e doveri dei soci) 

1. I soci hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi. 2. Essi hanno diritto di essere informati sulle attività dell’associazione e di essere rimborsati per le  spese effettivamente sostenute nello svolgimento dell’attività prestata. 

3. I soci devono rispettare il presente statuto e l’eventuale regolamento interno 4. I soci svolgeranno la propria attività nell’associazione prevalentemente in modo personale,  volontario e gratuito, senza fini di lucro, anche indiretto, in ragione delle disponibilità personali. 5. I Soci sono tenuti a corrispondere la quota annuale, che sarà stabilita dal Comitato di Gestione e  Partecipazione. 

ART. 7 – (Recesso ed esclusione del socio) 

1. Il socio può recedere da Ecomuseo Martesana mediante comunicazione scritta al Comitato di  Gestione e Partecipazione.

2. Il socio che contravviene ai doveri stabiliti dallo statuto può essere escluso da Ecomuseo  Martesana. 

3. L’esclusione è deliberata dall’Assemblea con voto segreto e dopo avere ascoltato le  giustificazioni dell’interessato. E’ comunque ammesso ricorso al giudice ordinario. 4. Il socio non in regola con la quota annuale decade dall’anno successivo. 

ART. 8 – (Organi sociali) 

1. Gli organi dell’associazione sono: 

– Assemblea dei soci, 

– Comitato di Gestione e Partecipazione, 

– Presidente, 

– Coordinatore, 

– Referente scientifico. 

2. Tutte le cariche sociali sono assunte a titolo gratuito, fatto salvo quanto previsto dalla  legislazione regionale di riferimento. 

ART. 9 – (Assemblea) 

1. L’Assemblea è l’organo sovrano dell’associazione ed è costituita da un rappresentante o suo  delegato per ciascun aderente. 

2. E’ convocata almeno due volte all’anno dal Presidente dell’associazione o da chi ne fa le veci mediante fax o posta elettronica da inviare almeno otto giorni prima di quello fissato  per l’adunanza e contenente l’ordine del giorno dei lavori; 

3. L’Assemblea è inoltre convocata a richiesta di almeno un decimo dei soci o quando il  Comitato di Gestione e Partecipazione lo ritenga necessario. 

4. L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la  modifica dello statuto e lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi. 

ART. 10 – (Compiti dell’Assemblea) 

1. L’assemblea ha il compito di: 

– nominare e revocare i componenti degli organi sociali;  

– nominare e revocare, quando previsto, il soggetto incaricato della revisione legale dei conti; – deliberare sulla responsabilità dei componenti degli organi sociali e promuovere azione di  responsabilità nei loro confronti; 

– deliberare sulle modifiche dell’atto costitutivo; 

– approvare l’eventuale regolamento dei lavori assembleari; 

– deliberare lo scioglimento, la trasformazione, la fusione o la scissione dell’associazione; – approvare i bilanci consuntivo e preventivo; 

– determinare le linee generali programmatiche dell’attività dell’associazione; – approvare l’eventuale regolamento interno; 

– deliberare in via definitiva sulla esclusione dei soci; 

– deliberare su quant’altro demandatole per legge o per statuto, o sottoposto al suo esame dal  Comitato di Gestione e Partecipazione. 

ART. 11 – (Validità Assemblee)

1. L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione se è presente la  maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello  stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti, in proprio o in delega. 

2. Non sono ammesse più di due deleghe per ciascun aderente.  

3. Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti e  rappresentati per delega, sono espresse con voto palese tranne quelle riguardanti le persone e la  qualità delle persone (o quando l’Assemblea lo ritenga opportuno). 

4. L’assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo statuto con la presenza di 2/3 dei  soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti; scioglie l’associazione e ne devolve il  patrimonio col voto favorevole di almeno i 3/4 dei soci. 

ART. 12 – (Verbalizzazione) 

1. Le discussioni e le deliberazioni dell’assemblea sono riassunte in un verbale redatto dal  Coordinatore e sottoscritto dal Presidente. 

2. Ogni socio ha diritto di consultare il verbale e di trarne copia. 

ART. 13 – (Comitato di Gestione e Partecipazione) 

1. Il comitato è composto da 9 (nove) membri eletti dall’assemblea tra i propri componenti. 2. Il comitato nomina il Presidente, il Coordinatore ed il Referente Scientifico. 3. Il comitato è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei componenti. Esso  delibera a maggioranza dei presenti. 

4. Esso compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione non espressamente  demandati all’Assemblea; redige e presenta all’assemblea il rapporto annuale sull’attività  dell’associazione, il rendiconto consuntivo e preventivo. 

5. Il comitato dura in carica per tre anni e i suoi componenti possono essere rieletti per tre mandati. 

ART. 14 – (Presidente) 

1. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’associazione, presiede il Comitato di Gestione e  Partecipazione e l’assemblea; convoca l’assemblea dei soci e il Comitato di Gestione e  Partecipazione sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie. 

 ART. 15 – (Coordinatore) 

1. E’ eletto fra i membri del Comitato di Gestione e Partecipazione, partecipa alle riunioni dello  stesso e ne funge da segretario verbalizzatore. 

2. Svolge funzioni di coordinamento e di attuazione degli interventi promossi dall’Ecomuseo  Martesana garantendone la gestione e la correttezza di esecuzione. 

3. Predispone il programma annuale delle attività da sottoporre al Comitato di Gestione e  Partecipazione. 

4. Predispone le richieste di finanziamento di pertinenza di Ecomuseo Martesana. ART.16 – (Referente scientifico)

1. E’ nominato dal Comitato di Gestione e Partecipazione. 

2. E’ scelto tra esperti di comprovata esperienza professionale. 

3. Assiste il Comitato di Gestione e Partecipazione nella definizione ed elaborazione dei progetti  ecomuseali. 

ART. 17 – (Risorse economiche) 

1. Il patrimonio di Ecomuseo Martesana, comprensivo di ricavi, rendite, proventi e ogni altra  eventuale tipologia di entrata, è utilizzato per lo svolgimento delle attività statutarie ai fini  dell’esclusivo perseguimento di finalità di utilità sociale. 

Le risorse economiche dell’associazione sono costituite da: 

a. Quote annue di adesione;  

b. eredità, donazioni e legati 

c. contributi di Stato, regioni, enti locali, enti o istituzioni pubblici, anche finalizzati al sostegno  di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari;  d. contributi dell’Unione Europea e di organismi internazionali;  

e. entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati;  

f. proventi di cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento  di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria  e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali; g. erogazioni liberali degli associati e dei terzi;  

h. entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, quali feste e  sottoscrizioni anche a premi;  

i. altre entrate compatibili con le finalità sociali dell’associazionismo di promozione sociale.  2. I proventi di attività non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, anche in forma  indiretta. 

L’associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione  nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, ai sensi dell’art. 8 comma 2 del  DLgs 117/17. 

3. L’associazione ha l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione  delle attività istituzionali. 

ART. 18 – (Rendiconto economico-finanziario) 

1. Il rendiconto economico-finanziario di Ecomuseo Martesana è annuale e decorre dal primo  gennaio di ogni anno. Il conto consuntivo contiene tutte le entrate e le spese sostenute relative  all’anno trascorso. Il conto preventivo contiene previsioni di spesa e di entrata per l’esercizio  annuale successivo. 

2. Il Comitato di Gestione e Partecipazione gestisce le scritture contabili dell’associazione nel  pieno rispetto di quanto prescritto dall’art. 13 e dall’art. 87 del DLgs 117/17. 3. Il rendiconto economico-finanziario è predisposto dal Comitato di Gestione e Partecipazione e  approvato dall’assemblea generale ordinaria con le maggioranze previste dal presente statuto,  depositato presso la sede dell’associazione almeno 20 gg. prima dell’assemblea e può essere  consultato da ogni associato. 

4. Il conto consuntivo deve essere approvato di norma entro il 30 aprile dell’anno successivo alla  chiusura dell’esercizio sociale. 

5. Gli associati hanno diritto di esaminare i libri sociali, secondo le modalità previste dal  regolamento interno o da apposita delibera del Comitato di Gestione e Partecipazione.

ART. 19 – (Scioglimento e devoluzione del patrimonio) 

1. L’eventuale scioglimento di Ecomuseo Martesana è deciso dall’assemblea con le modalità di cui  all’art. 11. 

2. In caso di estinzione o scioglimento, il patrimonio residuo è devoluto, previo parere positivo  dell’Ufficio Regionale RUNTS di cui all’art. 45, comma 1 del DLgs 117/17 qualora attivato, e  salva diversa destinazione imposta dalla legge, ad altri enti del Terzo Settore individuati  dall’assemblea, che nomina il liquidatore, aventi analoga natura giuridica e analogo scopo.  

3. Nel caso l’assemblea non individui l’ente cui devolvere il patrimonio residuo, il liquidatore  provvederà a devolverlo alla Fondazione Italia Sociale a norma dell’art. 9, comma 1 del DLgs  117/17. 

ART. 20 – (Disposizioni finali) 

1. Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni  previste dal Codice civile e dalle leggi vigenti in materia. 

Tassa di registro e marche da bollo sono state versate tramite mod. F24 del 9/12/2020 allegato. Letto e approvato dall’Assemblea del 12/12/2020 

 Il presidente 

CARLO CELLA